Numero Verde
News

FAQ

 

 

SEZIONE 1 - SUPPORTI E GLASS MASTER

 

SEZIONE 2 - GRAFICA

 

SEZIONE 3 - SIAE (bollini e diritto d'autore)

 

SEZIONE 4 - SIAE (Copia privata " tassa supporti vergini").

 

SEZIONE 5 - Contabilità e pagamenti.

 

[1]  SUPPORTI E GLASS MASTER

» COM'E' FATTO UN CD, DVD ?
Ogni CD/DVD è composto per il 99% di policarbonato, con l'1% superiore che contiene tutte le informazioni, lo strato riflettente, lacca e immagine. Il lettore proietta un raggio laser che legge i dati, viene riflesso dallo strato metallico e torna indietro al lettore che lo interpreta.
I DVD hanno una densità di dati molto superiore. Inoltre un singolo lato di un DVD può contenere due strati di informazioni che vengono letti dal raggio laser a due diverse frequenze. Infine, per aumentare ancora la capacità si possono creare DVD a due lati.

» COME VIENE CREATO UN CD, DVD?
1) La prima fase della creazione di un CD è in uno stampo pieno di policarbonato fuso. I dati in formato digitale sono stampati a questo punto sul disco quando il policarbonato è ancora vicino al punto di fusione.
2) Successivamente viene applicato lo strato riflettente. Questo strato serve a riflettere il raggio laser del lettore, perciò è estremamente importante che sia integro. Questo strato può essere di vari colori (argento, blu, nero, oro) oppure può contenere strati fotosensibili, come nel caso dei CD registrabili.
3) In seguito si applica una lacca trasparente per sigillare lo strato riflettente e impedirne l'ossidazione. Questa lacca è molto sottile e non offre molta protezione contro i graffi.
4) Infine viene stampata l'immagine sullo strato più esterno del disco.

» INDUSTRIALE O DIGITALE ?
La scelta dipende da molti fattori: urgenza del Suo progetto, il budget, quantità di supporti ecc.
I vantaggi della produzione industriale sono i seguenti:

1) centinaia di migliaia di supporti in pochi giorni.
2) compatibilit dei supporti ottenuti con tutti i lettori in commercio.
3) stampa di altissima qualità resistente sia all'acqua che a graffi.
L'unico svantaggio della produzione industriale che per poche copie i costi di avviamento influenzano notevolmente il costo totale del progetto.
I vantaggi della produzione digitale sono:
1) centinaia di supporti in poche ore.
2) produzioni a partire da appena 50 copie.
3) annullamento di costi di glass master e pellicole tipografiche.
E' consigliata fino ad un massimo di 500 copie.

» CHE DIFFERENZA C'E' TRA UN SUPPORTO MASTERIZZATO IN DIGITALE ED UNO DUPLICATO
INDUSTRIALMENTE ?

I supporti duplicati sono quelli che hanno il fondo specchio (gli stessi che si trovano nei negozi di musica o in edicola allegati alle riviste) a differenza dei masterizzati che hanno un fondo con tonalità verde/blu/silver.
La superficie del supporto duplicato è personalizzata con la stampa serigrafica o offset che risulta più resistente sia all'acqua che a graffi.
In merito alla funzionalità, per quanto riguarda i supporti ROM, non ci sono differenze tra masterizzati e duplicati, mentre i supporti CD Audio (contenenti tracce .cda) duplicati da glass master hanno una fedeltà audio superiore.
La qualità sonora di un CD Audio duplicato in digitale rispetto ad un CD Audio duplicato con glass master è paragonabile alla qualità che esiste tra la stampa di una grafica digitale e la stampa di una grafica industriale, apparentemente sono molto simili, ma se si effettua un certo ingrandimento delle due stampe si possono rilevare delle differenze percepibili da un occhio esperto, cosi come, se si effettua un certo ingrandimento degli spettri sonori delle due tecniche di duplicazione si possono rilevate delle differenze percepibili da un orecchio esperto.

» COSA E' IL GLASS MASTER ?
Il glass master è il calco da cui vengono replicati i supporti ottici nei processi industriali.

» POSSO RISPARMIARE IL COSTO DEL GLASS MASTER ?
Si, per tirature superiori alle 2.999 copie oppure per le ristampe.

» POSSO CHIEDERE LA RESTITUZIONE DEL GLASS MASTER ?
Sulle condizioni di vendita non viene riportata la proprietà del glass master in quanto non viene venduto come bene ma viene corrisposto solo un contributo economico alla sua realizzazione.
Come specificato al punto 18 delle condizioni generali di vendita, i materiali per i processi produttivi (compreso glass master) non sono cedibili per l' esclusività del processo. In ogni caso sempre per l'art. 18, la nostra azienda garantisce l'efficienza tecnica del glass master per almeno 12 mesi non riaddebitando il costo al seguito di eventuali ristampe.
Per ciò che riguarda la proprietà bisogna scindere il glass master inteso come veicolo fisico contenente dati, dai dati stessi. Infatti nel primo caso la proprietà è della Shelve in quanto non lo ha venduto, nel secondo caso, la proprietà intellettuale dei dati è del nostro cliente il quale può sempre chiedere formalmente la distruzione dei dati contenuti nel glass.

» CHE DIFFERENZA C'E' TRA UN CD AUDIO E UN CD ROM ?
Un CD-ROM (Compact Disc Read Only Memory) è analogo ad un CD audio, con la differenza che il primo può contenere non solo suoni ma anche dei dati.

» CHE DIFFERENZA C'E' FRA FONDO BIANCO O ARGENTO ?
La serigrafia sul fondo argento differisce dalla stampa sul fondo bianco in due aspetti:
1) Sul fondo bianco i colori vengono "impressi" sulla superficie non trasparente e totalmente riflettente e per questo risultano più accesi e più brillanti. Sul fondo argento i colori appaiono meno vivi e possono risultare leggermente diversi rispetto al progetto originale, in quanto la superficie per parte trasparente e per parte riflettente in alluminio tende ad assorbire i colori.
2) Se il progetto grafico contiene parti di colore bianco, queste risulteranno di colore argento quando verranno trasferite sulla superficie argento del supporto. Per questo si consiglia di usare il fondo bianco per stampe contenenti oggetti (immagini, caratteri ecc.) bianchi.

» COSA E' UN DLT TAPE ?
DLT tape è un supporto magnetico che viene realizzato alla fine di Authoring (il processo di realizzazione di un DVD completo di tutte le sue funzionalità). Per mezzo del DLT tape il DVD viene traferito su di un Glass Master per la duplicazione.

» COSA SIGNIFICA FORO DEL SUPPORTO LARGO O STRETTO ?
Nel supporto con il foro stretto l'area personalizzabile si estende fino al foro coprendo anche la sezione circolare interna intorno al foro. Il supporto con il foro largo ha la sezione circolare interna trasparente. Per questo la superficie stampabile del supporto è inferiore. La scelta dipende dal progetto grafico e dalla tecnologia di stampa (digitale o industriale).

» POSSO DUPLICARE SUPPORTI CON AUDIO E ROM INSIEME ?
Si, esiste il formato CD-XA o CD-Extra che permette di mescolare tracce audio e tracce di dati, permettendo così di ottenere CD audio multimediali, CD-Text, CD-Plus o CD+G (Karaoke)

» COSA SONO LE TRACCE AUDIO ?
La traccia audio è la parte di disco nella quale è memorizzata la colonna sonora del CD. Può ospitare musica o voce. I formati più comuni delle tracce audio sono MP3, MP4, CDA, WAV, WMA. Il formato CDA viene utilizzato per la realizzazione di CD audio leggibili da normali lettori CD. Gli altri formati sono indiacati per la realizzazione di CD multimediali (leggibili solo da PC, lettori DIVx).


» PERCHE' DEVO APPORRE UNA FIRMA AUTOGRAFA SULLA SUPERFICIE DEL MASTER ?
L'apposizione della firma facilita la rintracciabilità del master. Può sempre richiedere la restituzione del master inviatoci. Vogliamo essere sicuri che la copia a Lei eventualmente restituita sia quella originale.

 

» COSA SUCCEDE SE IL MASTER SUPERA 74 MIN. ?
Eccedere 650Mb di capienza del supporto significa violare il limite raccomandato da Yellow Book. Il CD masterizzato non contiene solo i files/cartelle che vengono incluse nel supporto. All'inizio e alla fine del CD vengono scritti alcuni dati supplementari: la tabella dei contenuti, informazioni relative al modo in cui è scritto il CD e in che punto termina la sessione o il disco.

 

menù

 

[2]  GRAFICA

» LA SERIGRAFIA DIFFERISCE DA UNA STAMPA SU CARTA ?
Si, la serigrafia differisce in alcuni aspetti dalla stampa su carta perchè mentre sulla carta si ha una stampa su sfondo bianco ed un certo assorbimento del colore dovuto alla porosità della carta, sui supporti ottici si ha una stampa su supporto rigido con uno sfondo per parte trasparente e per parte riflettente in alluminio.

» COME POSSO AVVICINARMI IL PIU' POSSIBILE ALLA STAMPA SU CARTA ?
— Prevedendo uno sfondo bianco per il supporto ottico
— Utilizzando scritte non troppo piccole
— Utilizzando immagini a non meno di 300 dpi
— Non transitando mai per formati distruttivi come jpg, gif, ecc.

» POSSO AVERE UN' IDEA DEL RISULTATO FINALE PRIMA DI AVVIARE LA STAMPA?
Si, richiedendo un cromalin.

» COS'E' UN CROMALIN ?
E' una speciale prova di stampa che si avvicina al 90% circa al risultato finale di serigrafia su supporto ottico.

» CHE DIFFERENZA C'E' TRA LA STAMPA SERIGRAFICA, OFFSET E DIGITALE?

- La serigrafia produce immagini più piatte e nette, evidenziando un effetto retinato (percepibile al tatto) sulla superficie del supporto.
- La stampa offset invece è più idonea nel caso di immagini molto sfumate in quanto evidenzia maggiormente i particolari; al tatto la superficie risulta perfettamente liscia.
- La stampa digitale è ottenuta utilizzando stampanti a getto di inchiostro su supporti printable a fondo bianco. Il supporto, una volta stampato,  viene trattato con macchine industriali che fissano i colori a mezzo di lacca e lampade UV. Il vantaggio di questo metodo è principalmente il non dover avviare un processo industriale con conseguenti costi di avviamento macchine e sviluppo di pellicole. Seppur la stampa digitale da noi eseguita ha livelli qualitativi molto elevati, per la tipologia di processo utilizzato, la stampa di tipo industriale ha livelli qualitativi superiori


» POSSO UTILIZZARE UN COLORE SPECIALE PANTONE (es. oro, colori fosforescenti, etc.) ?
Si, per la riproduzione precisa e per conservare l'uniformità dei colori può utilizzare un colore pantone. I colori pantone costituiscono uno standard riconosciuto a livello internazionale e vengono fedelmente riprodotti grazie ad un codice speciale.

» COSA SONO I COLORI 4/0, 4/1, 4/4 ?
Indica la quantità di colori impiegati per stampare un Booklet, CD label o Inlay card. Ad esempio un Booklet 4/1 è stampato in quadricromia nelle due facciate frontali e con un solo colore in quelle sul retro mentre un Booklet 4/4 è stampato in quadricromia sia nelle due facciate frontali che in quelle sul retro, 4/0 è stampato solo su fronte in quadricromia.

» A COSA SERVONO LE ABBONDANZE ?
Le abbondanze sulle parti tipografiche sono necessarie per evitare che, in fase di rifilatura dello stampato finale, si evidenzi il fondo bianco della carta sui bordi. Per questo si raccomanda:
- di estendere il progetto grafico 3 mm oltre le misure standard su tutti i lati
- di non posizionare i testi troppo vicini alle linee di taglio

» COSA SIGNIFICA CONVERTIRE I CARATTERI IN TRACCIATI ?
È possibile convertire il testo in tracciati e modificare le lettere come qualsiasi oggetto vettoriale. Un testo convertito in tracciatielimina il rischio che il carattere utilizzato possa non essere visualizzato corretamente (perchè non installato sui nostri PC). Attenzione! Il testo convertito in tracciati non è più modificabile come testo.

» PERCHE' NON BISOGNA UTILIZZARE SCRITTE DI PICCOLE DIMENSIONI ?
Un carattere troppo piccolo tende a confondersi nello sfondo e può compromettere la qualità del progetto grafico ultimato.

» E' UN FORMATO VETTORIALE ?
Una immagine in formato vettoriale è modificabile in modo più semplice. I tracciati che costruiscono ogni singola immagine sono ritoccabili e per questo è possibile variarne la forma, la dimensione, il colore e la posizione (senza perdere la qualità della stampa). I file hanno dimensioni minori e permettono un risparmio di spazio sul disco e nella trasmissione in rete.

» COSA SIGNIFICANO LE SIGLE CMYK, RGB ?
La stampa di colori ed immagini fotografiche è data dalla combinazione dei colori primari con differenti luminosità degli stessi.
Lo standard CMYK (C)ciano, (M)magenta, (Y)giallo, (K)nero (quadricromia) è utilizzato soprattutto in ambito tipografico, mentre lo standard RGB (R)rosso, (G)verde, (B)blue è utilizzato per rappresentare i colori sui monitor e sugli schermi televisivi.

 

menù

 

[3]  S.I.A.E. (contrassegni/bollini e diritti d'autore)

» QUANDO DEVO APPLICARE IL CONTRASSEGNO/BOLLINO ?
- sempre sui DVD Video
- sempre sui CD Audio anche se contiene musica auto-prodotta
- nei CD Rom se sono presenti musiche anche se auto-prodotte o freeware
- nei CD Rom se sono presenti dei video anche se auto-prodotti
- nei CD Rom se vengono distribuiti in vendita al pubblico
- nei CD Rom se contengono opere protette da copyright (quadri, fotografie ecc...)

»
POSSO UTILIZZARE UNA MUSICA DI PUBBLICO DOMINIO ?
- il diritto d'autore decade dopo 70 anni dal decesso dell'autore, ad esempio un'opera di Mozart è libera da diritti d'autore, attenzione però, questo non da il diritto di riprodurla prelevandola (riversamento in gergo tecnico) da un CD Audio in commercio, infatti vi sono sulla musica i diritti di riproduzione dell'editore e degli interpreti (orchestra, strumentisti, cantanti ecc.)

»
COME POSSO FARE PER UTILIZZARE UNA MUSICA ?
- se debbo utilizzare una musica vecchia posso noleggiare un'orchestra, una sala d'incisione e far eseguire il brano per proprio conto, sicuramente l'opzione più costosa
- se prendo una musica da un CD Audio in commercio debbo richiedere l'autorizzazione dell'autore o meglio dell'editore (spesso è impossibile contattare l'autore se estero), per ottenere la bollinatura Siae le autorizzazioni dell'autore o dell'editore sono INDISPENSABILI.
- se il CD Rom contiene immagini coperte da copyright (quadri, fotografie ecc.) debbo esibire l'autorizzazione dell'autore o dell'editore o del proprietario dell'opera in caso contrario la SIAE non rilascia le necessarie autorizzazioni.

  » QUALI DATI OCCORRONO PER UTILIZZARE UNA MUSICA ? 
è indispensabile comunicare con esattezza i seguenti dati:
- nome e cognome dell'autore (no nome di gruppo o orchestra)
- nome o ragione sociale dell'editore
- titolo del brano
- durata in secondi
- referenza SIAE (può essere omesso se non la si conosce)
in mancanza di uno solo di questi dati non sarà possibile ottenere i contrassegni SIAE, di conseguenza, prima di utilizzare una musica sincerarsi di ottenere i dati per la richiesta.  

»
QUANDO POSSO EVITARE DI METTERE IL BOLLINO SIAE SU UN CD ROM ?
Per evitare la bollinatura SIAE vi sono essenzialmente due casi:
- nel primo caso il CD Rom deve essere distribuito al pubblico in omaggio, non deve assolutamente contenere ne musiche ne video anche se auto-prodotti o freeware o esenti da diritto d'autore.
- nel secondo caso, ad esempio per un abbinamento editoriale per grossi quantitativi, e' possibile richiedere direttamente alla SIAE l'esenzione dall'applicazione del contrassegno

»
QUANTO COSTA IL CONTRASSEGNO SIAE E QUANTO TEMPO E' NECESSARIO PER AVERLO ?
- Il bollino SIAE ha un costo minimo di Euro 0,0181 iva inclusa e deve essere pagato al momento del ritiro, ovviamente il costo puo' lievitare mediamente sino a 0,729 euro + iva a causa dei diritti dell'autore
- Il tempo necessario varia da sede a sede e in funzione dei carichi di lavoro SIAE, generalmente, si consiglia di calcolare un periodo compreso fra 7 e 15gg lavorativi.

»
DOVE TROVO LA MODULISTICA SIAE ?
Tutti i modelli sono disponibili presso le Sedi della SIAE. Sul sito www.siae.it può trovare il punto periferico SIAE di Suo interesse. Se ci si avvale del nostro servizio disbrigo pratiche, sar nostra cura provvedere all'invio della necessaria modulistica gia' precompilata.

»
SE PAGO IL DIRITTO D'AUTORE, POSSO UTILIZZARE LA MUSICA IN VERSIONE ORIGINALE (O RIESEGUITA) DI UN ARTISTA SENZA IL SUO CONSENSO ?
Per utilizzare la musica in versione originale di un artista è necessario ottenere la liberatoria da parte dell'autore o della casa editrice avente i diritti sull'opera. Per utilizzare, invece, la musica in versione rieseguita di un artista è necessario ottenere la liberatoria da parte del riesecutore. Il documento deve contenere:
- la descrizione dell'opera per quale si chiede la liberatoria
- il titolo del progetto per il quale viene utilizzata l'opera
- condizioni di utilizzo
- firme del richiedente e dell'autore

» DEVO PAGARE IL BOLLINO SIAE ANCHE SE SONO L'AUTORE DEI BRANI CONTENUTI NEL CD AUDIO ?
Si. Potrebbe sembrare strano. In effetti, l'autore paga i diritti a se stesso. l'importo corrisposto alla SIAE verra' successivamente accreditato all'autore decurtato dall'agio SIAE.

» VORREI OCCUPARMI PERSONALMENTE DELLA PRATICA SIAE, COSA DOVREI FARE ?
Le consigliamo di visitare il sito www.siae.it per verificare qual è la sede periferica di Suo interesse presso la quale potrà richiedere la modulistica necessaria. La pratica correttamente compilata e sottoscritta, completa di eventuali liberatorie dovrà essere inoltrata alla SIAE. NB: fornirci una copia dei documenti via fax.

» SE DISBRIGO PERSONALMENTE LA PRATICA, QUALI DOCUMENTI DEVO FORNIRVI ?
Se la pratica non viene affidata alla nostra azienda, è necessario fornirci i sottoelencati documenti:
- la copia della documentazione presentata in SIAE
- successivamente, la copia della scheda lavoro rilasciata dalla SIAE e/o del modulo DRM4/DRV4
- bollini SIAE (se devono essere applicati da noi)

» COSA SONO LE PRODUCTION MUSIC ?
La Production Music è una vera e propria libreria, comprendente diversi generi di brani, che viene gestita da editori musicali. I brani sono forniti in base a tariffe predeterminate, possono essere ascoltate e scaricate tramite Internet. La fornitura da parte delle case editrici musicali delle registrazioni di Production Music non vale come licenza. Le licenze si ottengono presentando alla SIAE le relative richieste sui modelli DRV2 (supporti videografici) e DMM2 (supporti multimediali), cui va allegato il nuovo modello PM.

» POSSO UTILIZZARE LE MUSICHE GRATUITE SCARICATE DA SITI INTERNET ?
L'utilizzo di opere scaricate attraverso la Rete deve avvenire con il consenso degli titolari dei diritti. La musica è il prodotto di un impegno creativo e produttivo: ha quindi un costo e costituisce bene dotato di un valore degno di tutela. Per questo motivo per utilizzare brani scaricati tramite Internet è obbligatorio rivolgersi alla SIAE per ottenere le licenze necessarie per la realizzazione di supporti audiovisivi e multimediali leciti.

 

menù

 

[4]  S.I.A.E. (Copia privata) - tassa sui supporti vergini.

» PERCHE' E' DOVUTO IL COMPENSO PER "COPIA PRIVATA" ?
Il compenso per “copia privata” è dovuto per il beneficio che il consumatore trae dalla facoltà data dalla legge di riprodurre legalmente, per uso esclusivamente personale, fonogrammi e videogrammi, senza dover chiedere il preventivo consenso (licenza) di autori, artisti e produttori, titolari di autonomi diritti esclusivi di riproduzione.
Conseguentemente, chi effettua copie ad uso personale di registrazioni musicali ed audiovisive senza che sia stato pagato il compenso per “copia privata” effettua un’attività illecita.

»
CHI PUO' EFFETTUARE LA "COPIA PRIVATA" DI FONOGRAMMI E VIDEOGRAMMI ED A QUALI CONDIZIONI ?
Solamente le persone fisiche, a condizione che la riproduzione di fonogrammi e videogrammi sia effettuata:
per uso esclusivamente personale, purché senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali;
mediante l’utilizzazione di apparecchi di registrazione e supporti vergini per i quali sia stato corrisposto il compenso per “copia privata” previsto dalla legge. Alle condizioni sopra indicate, le persone fisiche possono dunque legalmente effettuare riproduzioni di fonogrammi e videogrammi, senza il consenso preventivo (licenza) di autori, artisti e produttori.

»
QUANDO NON E' CONSENTITA LA RIPRODUZIONE DI FONOGRAMMI E VIDEOGRAMMI ?
In tutti gli altri casi, la riproduzione di fonogrammi e videogrammi - in assenza del consenso preventivo (licenza) di autori, artisti e produttori - comporta violazione del diritto esclusivo di riproduzione degli stessi autori, artisti e produttori, ed è pertanto illegale e penalmente perseguibile.

»
E' CONSENTITA LA RIPRODUZIONE DI FONOGRAMMI E VIDEOGRAMMI EFFETTUATA DA TERZI PER CONTO O A BENEFICIO DI PERSONA FISICA PER USO PERSONALE ?
No, è illegale e penalmente perseguibile. E’ inoltre illegale e penalmente perseguibile la prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione di fonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personale.

»
A COSA SI APPLICA IL COMPENSO PER "COPIA PRIVATA" ?
Il compenso si applica a:
tutti i supporti di registrazione vergini, analogici e digitali, dedicati (audio e video) e non dedicati idonei alla registrazione di fonogrammi e videogrammi (musicassette, VHS, CD-R, CD-RW, DVD-R, DVD-RW, ecc.)
tutti gli apparecchi di registrazione, analogici e digitali, dedicati (registratori audio, video e audio/video) ovvero non dedicati (masterizzatori CD e DVD per personal computer) idonei alla registrazione di fonogrammi e videogrammi su supporti vergini.

»
A QUANTO AMMONTA IL COMPENSO PER LA "COPIA PRIVATA" ?
Il compenso è costituito:
per i supporti di registrazione, da un importo per supporto variabile in funzione della sua categoria e capacità effettiva di registrazione, espressa in ore (o frazioni di ora) o mega-gigabyte, così come indicata sulla confezione del supporto ; (euro 0,15 per CD da 700Mb/80min - euro 0,41 per i DVD 4,7 GB) per gli apparecchi di registrazione, da un importo pari al 3% del prezzo di listino ai rivenditori degli apparecchi stessi risultante dalla fattura di vendita, al netto dei soli sconti evidenziati in fattura.

» CHI DEVE CORRISPONDERE IL COMPENSO PER "COPIA PRIVATA" ?
Il compenso deve essere corrisposto da chi fabbrica o importa nel territorio dello Stato italiano, per fini commerciali, gli apparecchi di registrazione e i supporti vergini. Tuttavia, nel caso in cui il fabbricante e l’importatore non corrispondano il compenso dovuto, è prevista una responsabilità solidale del distributore degli apparecchi di registrazione e dei supporti vergini. Il distributore ha pertanto l’onere di verificare che i fabbricanti e gli importatori presso cui si approvvigiona, direttamente o indirettamente, abbiano corrisposto il compenso sugli apparecchi di registrazione e i supporti vergini forniti (la verifica può essere fatta sulla fattura di acquisto, sulla quale l’importo del compenso per “copia privata” dovrebbe essere esposto separatamente dall’importo relativo alla merce, con causale “compenso ex d. lgs. n. 68/2003”). Per distributore si intende qualsiasi impresa commerciale, sia all’ingrosso che al dettaglio, che, a qualsiasi titolo distribuisce in territorio italiano, anche occasionalmente, apparecchi di registrazione e supporti vergini assoggettati al compenso.

»
QUALI SONO I POTERI DI CONTROLLO DELLA SIAE IN MATERIA DI "COPIA PRIVATA" ?
La SIAE ha, in base alla legge, facoltà di controllo su tutte le attività connesse con la fabbricazione, l’importazione e la distribuzione in territorio italiano di apparecchi di registrazione e di supporti vergini. A tal fine, gli ispettori della SIAE possono accedere ai locali di fabbricanti, importatori, distributori e duplicatori e possono richiedere l’esibizione della documentazione relativa all’attività svolta.

»
POSSO RICHIEDERE IL RIMBORSO DELLA TASSA SUI SUPPORTI VERGINI ?
Si. In alcuni casi è possibile chiedere alla SIAE il rimborso del compenso per “copia privata” già corrisposto da fabbricanti e importatori di supporti vergini.
Il compenso corrisposto è rimborsabile se si riferisce ai supporti vergini:

1) acquistati dal richiedente successivamente alla data di entrata in vigore del d. lgs. 68/2003 (29 aprile 2003);
2) per i quali il fabbricante o l’importatore abbiano effettivamente corrisposto il compenso per “copia privata” nella misura e con le modalità previste dal detto d. lgs. 68/2003.
3) destinati a:
- archiviazione di dati, documenti digitali o registrazioni propri.
- esportazione verso altri paesi dell’unione europea o verso paesi terzi.
Consigliamo di rivolgersi alla SIAE per verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi per poter richiedere ed ottenere il rimborso.Per maggiori chiarimenti consultare il sito www.siae.it, oppure contattare telefonicamente un nostro operatore.

 

menù

 

[5]  CONTABILITA' E PAGAMENTI

» PERCHE' L'ACCONTO VISUALIZZATO NELLA SPECIFICA COMPETENZE E NELLA FATTURA E' INFERIORE A QUELLO VERSATO? 
Perchè tutti gli importi della specifica competenze/ fattura sono su base imponibile (cioè, senza iva).

» PERCHE', SE EFFETTUO UN PAGAMENTO DELL'INTERA FORNITURA, MI VIENE INVIATA UNA FATTURA D'ACCONTO?  
Secondo l'attuale legislazione, non è corretto emettere una fattura a saldo prima della consegna della merce.
Nel caso di pagamento anticipato dell'intera fornitura, la corretta procedura è l'emissione di una prima fattura di acconto pari al 100% dell'importo da pagare e, alla consegna della merce, l'emissione di un ulteriore fattura a saldo dell'importo di € 0,00. Nella fattura di saldo é riportata la descrizione dettagliata dei beni acquistati, tale fattura è di importo zero poiché storna l'anticipo creato con la prima fattura emessa.

» CHE COS'E' IL NUMERO DI C.R.O.?
Il numero di C.R.O. (codice riferimento operazione) è un codice composto da 11 cifre che è necessario per la registrazione del pagamento con bonifico bancario. Tale numero viene fornito direttamente dalla propria banca e, se non indicato nella ricevuta, dovrà essere richiesto alla banca stessa. Nel caso in cui non si fosse in possesso di tale codice, il pagamento verrà comunque registrato non appena riceveremo la contabile della nostra banca.
Per accelerare, quindi, i tempi di registrazione del bonifico occorre inviare la ricevuta con il C.R.O. per fax allo 089 2757982 o per email all’indirizzo t.delsorbo@shelve.it

» IVA AL 4%: QUANDO E' POSSIBILE APPLICARLA?  
Ai sensi dell' art. 18 tabella A parte seconda DPR 633 del 1972 si applica l'iva al 4% per tutti i supporti audio-magnetici per non vedenti ed ipovedenti.

» ESENZIONE DA IVA: QUANDO E' POSSIBILE ?
Tutti i clienti che sono esportatori abituali (circa il 10% del fatturato destinato all'estero) sono esenti IVA. In questo caso insieme alla conferma d'ordine è neccessario inviarci la dichiarazione d’intento.

» COME FACCIO A RICEVERE UNA FATTURA ?
Le fatture sono automaticamente spedite per email all’indirizzo indicato in fase di conferma d'ordine. Le vecchie fatture, se non ancora ricevute, potranno essere richieste direttamente all’amministrazione via email all'indirizzo teresa@shelve.it.

 

menù

Milano via Vincenzo Monti, 8 - Salerno via Luigi Guercio, 353 | Num. Verde: 800 180.753 | Fax: +39 02 40700318
Copyright © 2017, Shelve - P. IVA 04260140654 - All Rights Reserved |Privacy Policy|Mappa del sito